Cerca

Iperalgesia Centrale

iperalgesia centrale

Indice dei contenuti

L’iperalgesia centrale è una condizione che provoca una percezione aumentata del dolore, soprattutto in seguito a stimoli sensoriali particolari, come punture di spillo, pressioni profonde o caldo e freddo molto intensi.

Solitamente non esiste una singola risposta a questa sensazione. Ma al contrario, è associata a diversi tipi di sensibilizzazione, come quella periferica e centrale.

Nella maggior parte dei casi, l’iperalgesia rappresenta una risposta protettiva normale dopo un danno ai tessuti. Con il tempo, si attenua sempre di più, fino alla guarigione. Tuttavia, a causa di alcune specifiche condizioni mediche, l’iperalgesia centrale può aumentare o, comunque, essere presente anche senza lesioni.

Come funziona l’iperalgesia centrale

Con l’iperalgesia, piano piano la tua percezione del dolore inizia a cambiare. Ad esempio, la tua soglia del dolore diviene sempre più bassa. Parallelamente aumenta la tua sensibilità periferica agli stimoli dolorosi.

Di conseguenza, le tue reazioni saranno sempre più forti, anche dopo input non molto intensi. Il dolore non cesserà, nemmeno dopo la fine di questi segnali. Infatti, senza alcun motivo, la ricettività dei tuoi nervi rimarrà sempre molto alta.

Forme di iperalgesia

Sinteticamente, l’iperalgesia centrale si presenta in due modi diversi: primari e secondari.

Per quanto riguarda il primo tipo, si riferisce a un cambiamento nella percezione del dolore in seguito a un infortunio (come un’ustione). Al contrario, l’iperalgesia secondaria non dipende dalla presenza di un danno nel nostro organismo. Ma si tratta di un cambiamento che avviene direttamente nel nostro sistema nervoso.iperalgesia

Infine, l’iperalgesia si può sentire in maniera diversa, prendendo due diversi nomi:

  • riferita: quando si sente vicino al sito del problema, perché ci sono dei nervi connessi direttamente al problema
  • viscerale: un dolore più profondo che colpisce gli organi e le strutture interne del corpo (emicranie)

Le cause dell’iperalgesia centrale

Una sensazione particolarmente acuta del dolore può essere causata da:

  • ustioni
  • morsi e punture d’insetto
  • complicazioni di farmaci e trattamenti medici
  • danno ai nervi legato al diabete (neuropatia)
  • condizioni immunitarie (lupus e sclerosi)
  • infezioni che attaccano il sistema nervoso
  • emicrania
  • disturbi del dolore (sindrome centrale complessa)

Iperalgesia da oppioidi

A volte, l’iperalgesia può essere causata da un uso prolungato di farmaci a base di oppioidi. Si tratta di una forma di iperalgesia secondaria, che rende molto più intensa la percezione del dolore.

Piano piano potresti raggiungere un certo grado di tolleranza a questi medicinali. Infatti, il tuo corpo potrebbe abituarsi a determinati agenti chimici, che perdono sempre più efficacia.

L’iperalgesia centrale è uno dei motivi per cui i medici sconsigliano l’utilizzo prolungato di farmaci con oppioidi.

Se un paziente inizia a sviluppare un dipendenza o una forma di iperalgesia, si iniziano a ridurre sempre di più le dosi, fino alla completa interruzione. Deve essere fatto gradualmente, perchè il rischio è di provocare astinenza e altri effetti collaterali.

Come viene trattata l’iperalgesia centrale

Una terapia di cura per l’iperalgesia può richiedere molti approcci differenti, ma anche una combinazione degli stessi.

Tra i trattamenti più comuni per questo tipo di problema sensoriale ci sono:

  • ablazioni e blocchi nervosi: una radiofrequenza che serve a riscaldare i nervi e danneggiarli
  • stimolazione nervosa elettrica transcutanea: garantisce dei danni ai nervi, che non traportano più la sensazione di dolore
  • farmaci: come le pillole per via orale, quelli iniettabili in endovenosi o terapie più leggere come creme e cerotti

Un altro trattamento è quello della denervazione chimica. Attraverso sostanze come il botulino, le funzioni di alcune cellule nervose vengono bloccate e le sensazioni di dolore sono alleviate.

Questa lettura è stata utile? Condividila!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto